Source imaging multimodale del fondo oculare

Disponibile presso lo studio il nuovo OCT con tecnologia Swept Source imaging multimodale del fondo oculare

La nuova frontiera nell’acquisizione delle immagini OCT: DRI OCT Triton OCT Swept Source

Grazie alla maggiore profondità di scansione e all’elevata risoluzione della tecnologia Swept Source di TOPCON, è possibile acquisire immagini di qualità anche in presenza di opacità,

Come ridurre i rischi chirurgici

I rischi chirurgici non sono evitabili, però possiamo ridurre sensibilmente le percentuali degli stessi seguendo alcuni semplici consigli:

Andare da un chirurgo esperto
Uno studio statunitense evidenzia il fatto che la percentuale di complicanze è del 10% circa per un chirurgo durante i suoi primi 1000 interventi, mentre diventa dello 0,4% oltre i 10000 interventi eseguiti,

La sindrome dell’occhio secco

La sindrome della disfunzione del film lacrimale, meglio conosciuta come occhio secco o secchezza oculare, è una delle patologie oculari più diffuse e la cui incidenza è in continuo aumento.

  • L’uso prolungato di pc, tv e smartphone,
  • ambienti di lavoro e privati male condizionati,
  • l’uso esagerato o scorretto delle lenti a contatto,

Laser: miti e realtà sulla chirurgia refrattiva

Nel campo della chirurgia refrattiva, vale a dire gli interventi Laser utili per eliminare difetti refrattivi, girano spesso falsi miti e informazioni errate che possono confondere, se non spaventare, chi è interessato a sottoporsi a questo tipo di chirurgia. Vediamo di fare un po’ di chiarezza

Dopo l’intervento Laser il difetto può ritornare.

CROSS LINKING con IONTOFORESI

Il cross linking corneale (CXL) non è un intervento chirurgico, nel senso che non vengono effettuate incisioni, suture o altre manovre invasive. Questa tecnica è impiegata nelle fasi iniziali del cheratocono, cioè quando ancora lo spessore e le curvature della cornea sono discretamente o completamente conservate. E’ possibile comunque applicare questo trattamento anche a pazienti affetti da cheratocono in uno stadio evolutivo più avanzato al fine soprattutto di limitare la velocità di progressione.

Il Paziente insoddisfatto della correzione laser dei difetti refrattivi

Sino ad oggi sono stati effettuati quasi venti milioni di trattamenti con il laser ad eccimeri, per correggere miopia, astigmatismo e ipermetropia. La stragrande maggioranza dei pazienti è felice, qualcuno no. Perché?

Per cercare di dare una spiegazione a questa insoddisfazione occorre cercare di capire a che punto è questa chirurgia e quando il paziente può sottoporsi ad intervento con aspettative positive e quando,

NUOVE FRONTIERE IL LASER “ad alta velocità”

l TECHNOLAS TENEO è il nuovissimo LASER AD ECCIMERI a 500 Hz, una frequenza doppia rispetto ai modelli precedenti. Questa importante, ma non la sola, implementazione nei laser ad eccimeri porta i trattamenti laser verso nuove frontiere sino a poco tempo fa inimmaginabili.

Questo laser è stato progettato per avere una maggiore facilità di utilizzo associata ad precisione ed una rapidità di trattamento veramente eccellenti.

NUOVE LENTI INTRAOCULARI PER LA VISIONE INTERMEDIA (OCULENTIS)

 

I pazienti al giorno d’oggi si aspettano non solo il recupero funzionale dopo la chirurgia della cataratta ma anche un eccellente visione senza correzione e, più specificamente, una buona visione anche nell’intermedio. Le IOL monofocali possono fornire ai pazienti una buona visione da lontano mentre la è necessaria la correzione per le attività di visione vicina ed intermedia.

LENTI FACHICHE (ICL)

Le lenti impiantante chirurgicamente, chiamate anche IOL fachiche (lenti intraoculari) o ICL, sono una nuova opzione per il trattamento dei difetti refrattivi come la miopia, l’astigmatismo e l’ipermetropia. Questa tecnica è particolarmente indicata nei casi in cui dove non è possibile eseguire una correzione con il laser per esempio se il difetto refrattivo è troppo elevato oppure se la cornea è troppo sottile o irregolare.

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH