Cheratocono: tecniche chirurgiche

Cheratocono: tecniche chirurgiche conservative per evitare il trapianto di cornea

Impianto di anelli intrastromali

Si può evitare il trapianto di cornea e curare il cheratocono? Certamente sì, se affrontiamo la malattia con precocità. Questa è la risposta che si può dare se il cheratocono evolutivo viene trattato in fasi iniziali (I° e II° stadio), quando la cornea stessa, quindi, possiede ancora delle caratteristiche che permettano di utilizzare le tecniche della chirurgia conservativa del cheratocono.

Laddove la terapia con Cross-Linking non è in grado di prevenire la progressione del cheratocono oppure non sia più possibile eseguire tale terapia per l’avanzato stadio del cheratocono si rende necessario ricorrere alla chirurgia.

A conferma della necessità di effettuare il trapianto corneale solo come ultima, seppure utile, possibilità terapeutica, si è cercato di sviluppare nuove tecniche chirurgiche per evitare, appunto, il trapianto stesso. Nel 1994, alcuni chirurghi degli Stati Uniti d’America hanno ideato una tecnica chiamata ICRS, sigla che sta a significare Intra-Corneal Rings Segments, ossia Inserti Intracorneali o Anelli Intrastromali.

L’intervento consiste nell’impiantare all’interno della cornea, nello spessore corneale, degli anelli di materiale plastico rigido, i quali hanno lo scopo di rinforzare la cornea stessa esattamente nei punti di maggiore debolezza e/o di appiattire il profilo della lente corneale in corrispondenza della zona ottica. Grazie all’avvento del laser a femtosecondi è possibile creare tunnel e tasche corneali che sono in grado di accogliere gli impianti intrastromali in modo assai meno traumatico rispetto alla tecnica originale riducendo anche le complicanze leagte alla tecnica manuale.

I risultati sono soddisfacenti, ma confermano anche la necessità di intervenire molto precocemente per essere garantiti. Attualmente gli interventi di ICRS più praticati utilizzano tre diversi tipi di Anelli Intrastromali o Inserti Intracorneali, gli “INTACS” i “Ferrara Rings” ed i “MYORING. Le metodiche consentono di intervenire su cornee con caratteristiche diverse sia nello spessore sia nella curvatura. Anche gli Inserti Intrastromali possono essere combinati con il trattamento Cross-linking corneale.

news3
news2

Commenta

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH